CHEER PROJECT – DESIGN DAGLI AGHI DI PINO

La materia prima che abbiamo spesso sotto il naso, spesso viene trascurata e dimenticata, puo’ diventare però fonte di sostentamento ed elemento vitale per un’intera comunità. Quello che vorrei raccontarvi è un chiaro esempio di come un problema può trasformarsi in risorsa.

“Cheer Project” è il nome del progetto sostenibile realizzato da Gaurav Mk Wali. É una ricerca sugli aghi di pino; nasce dall’esigenza di risolvere delle situazioni poco piacevoli in un paese dell’India.

Il progetto tutela questi luoghi, donando uno scopo ad una quantità di aghi di pino così consistenti. Dando valore agli aghi di pino, si dà anche un’opportunità e un sostegno alle popolazioni indigene del luogo, generando un reddito attraverso la produzione artigiana di questi prodotti.

L’ Himachal Pradesh è uno stato dell’India Settentrionale, nonostante la bellezza di questi luoghi, la popolazione sta affrontando problemi causati dall’eccesso di aghi di pino, seccandosi provocano numerosi incendi boschivi e danni ambientali e sociali. Parliamo di una foresta di circa quarantamila chilometri quadrati, gli effetti sono enormi se non si trovano soluzioni adatte.

Il processo di produzione è circolare; la composizione è a base biologica, al 100% biodegradabile e riciclabile, non causa inquinamento o spreco nel processo di lavorazione ed è un degno sostituto della plastica.

In cosa consiste la lavorazione di questi prodotti: le fibre degli aghi vengono separate attraverso una triturazione, si crea un composto attraverso dei leganti a base naturale. Alcune fibre sono colorate con coloranti naturali a base di verdure e spezie locali, il tutto realizzato con macchinari a basso costo di costruzione locale.

Con questo progetto si affrontano e si cerca di risolvere diverse tematiche, legate da un filo sottile, ossia quelle sociali e sostenibili. Si parte dal problema degli incendi che causano danni ambientali, al sostentamento in modo sostenibile della comunità, attraverso la fusione dell’artigianato locale e la materia prima (l’ago di pino).

Fortunatamente sono sempre più i progettisti che prestando grande attenzione alla protezione della nostra amata Terra. Grazie a questa fantastica intuizione, si procede verso obbiettivi meno impattanti e sostenibili, uno di questi è garantire modelli di consumo e produzione sostenibile e in questo caso avviene con l’utilizzo efficiente delle risorse naturali.

Lasciatevi ispirare