I GIOIELLI DI STUDIONAT

Studionat nasce è continua a crescere grazie alla passione di Natalija Ristic, un’artigiana che realizza gioielli in stile geometrico e minimalista e che possono essere indossati in diverse occasioni grazie alla loro versatilità. Ciò che mi ha colpito di Natalija è la sua attenzione nella scelta dei materiali: tutti i suoi gioielli infatti sono realizzati in legno massello ottenuto da scarti di grandi produzioni che Natalija recupera e riutilizza dandogli così una seconda vita.

l legno così ottenuto viene successivamente tagliato e inciso a laser, colorato e rifinito a mano. Durante il suo percorso di artigiana Natalija ha sviluppato e sperimentato nuove tecniche di lavorazione che le hanno permesso di produrre i suoi accessori liberamente e sfruttando al meglio la sua creatività.

jewelry handmade

Ciao Natalija, raccontaci chi sei nella tua vita di tutti i giorni.

Nella vita di tutti i giorni sono una donna che porta avanti il proprio lavoro di artigiana con cura e passione, cercando di creare accessori che portino un sorriso sul volto di chi li indossa e nello stesso tempo mi permettano di esprimere il mio gusto e la mia creatività in modo libero e indipendente.

Parlami un po’ quando è nato Studionat e dei tuoi prodotti.

Studionat nasce nel 2014 a partire dalla mia grande passione per il lavoro artigianale e il design. Inizialmente realizzavo accessori per me e le mie amiche, poi col tempo e grazie al supporto delle persone che per prime hanno apprezzato le mie creazioni, questa passione è diventata sempre di più un vero e proprio lavoro. Attualmente realizzo accessori dal design moderno ed essenziale utilizzando legni masselli che rifinisco e dipingo a mano per creare gioielli leggeri e versatili, basati sull’accostamento di linee e forme geometriche e sul contrasto tra colori.

Dove trovi il materiale e come lo lavori?

Utilizzo prevalentemente legni masselli di alta qualità che ottengo da scarti di grandi produzioni e che taglio con una macchina a laser prima di rifinirli e dipingerli a mano.

wooden jewelry

Dove hai appreso le tecniche di lavorazione?

Durante il periodo dell’università ho avuto l’occasione di lavorare come apprendista nel laboratorio di un artigiano che realizzava plastici e modelli per architetti: questo mi ha dato modo di apprendere diverse tecniche di lavorazione e soprattutto come utilizzare una macchina per il taglio laser. Il resto l’ho imparato nel corso degli anni provando e sperimentando durante il processo di creazione dei miei accessori.

Quando e come è nata la tua passione per essere artigiana?

Ho sempre avuto un grande interesse per il lavoro manuale; quando vedo un oggetto mi piace cercare di capire con quali tecniche e materiali sia stato realizzato e non posso fare a meno di chiedermi come avrei utilizzato io quegli stessi strumenti. Essere artigiana è il modo perfetto per coltivare questo grande interesse e per combinarlo con le mie altre passioni.

Artigianato oggi: cosa significa per te essere artigiana?

Essere artigiana per me significa innanzitutto svolgere un attività che mi permetta di coltivare la mia grande passione per lavoro manuale e design esprimendo allo stesso tempo una parte di me stessa in modo unico e originale.

handmade

Chi o cosa ti ha ispirato a intraprendere questo percorso?

Sia mio nonno che mio padre, pur svolgendo altre professioni, hanno sempre avuto una grande passione per il lavoro artigianale e in particolare per la lavorazione del legno. Se guardo il percorso che ho intrapreso credo proprio che loro siano stati la mia prima fonte di ispirazione.

Che cosa pensi della community che si sta creando su Instagram intorno al mondo dell’artigianato?

Credo che l’interesse crescente intorno al mondo dell’artigianato sia qualcosa di estremamente positivo poiché rappresenta un nuovo approccio alla relazione tra le persone e gli oggetti che le circondano. Penso che sia molto importante al giorno d’oggi sviluppare una coscienza critica sia come produttori che come consumatori e l’attenzione verso il lavoro artigianale va sicuramente in questa direzione. Da questo punto di vista i social network come Instagram sono sicuramente uno strumento molto valido.

Le tue creazioni celebrano l’unicità, che significato ha per te l’originalità?

Quando creo un nuovo accessorio il mio scopo è quello di esprimere una parte di me stessa e condividere con gli altri la mia passione e il mio gusto.  Sinceramente credo che il modo migliore per essere originali sia quello di esprimere se stessi visto che ogni persona è unica e irripetibile.

made in italy

Da dove trovi ispirazione per nuovi gioielli?

A volte l’inspirazione può nascere da un particolare accostamento di colori o di forme geometriche che catturano la mia attenzione, altre volte può essere una nuova tecnica di lavorazione che vorrei sviluppare che mi porta a cercare il modo migliore per applicarla.

In verità è molto difficile per me capire da dove venga l’inspirazione, nella maggior parte dei casi si tratta di qualcosa che avviene e basta, senza una precisa ragione apparente.

Come promuovi e distribuisci i tuoi prodotti?

La promozione avviene principalmente attraverso i canali social e gli eventi di contatto diretto con il pubblico come mercatini ed esposizioni. Per quanto riguarda la distribuzione invece ho aperto già da alcuni anni un negozio online sulla piattaforma ETSY dove è possibile acquistare gran parte delle mie creazioni; inoltre collaboro con alcuni negozi che vendono prodotti di artigianato e, quando mi è possibile, partecipo a eventi di vendita diretta come market e fiere di handmade.

studionat

Vista l’esperienza maturata nella tua attività che consiglio daresti a chi dovesse iniziare ora?

Per quanto mi riguarda, l’aspetto più appagante del mio lavoro è quello di poter svolgere quotidianamente un’attività che mi permette di fare ciò che mi piace e condividere con gli altri i miei interessi. L’aspetto economico è sicuramente molto importante ma il mio consiglio è quello di cercare di mantenere sempre al primo posto ciò che realmente vi ha spinto ad iniziare questo percorso.

Sei soddisfatta di ciò che hai realizzato finora?

Penso che la mia soddisfazione dipenda dalla qualità del percorso che mi porta a realizzare un determinato accessorio e dalla risposta delle persone a cui lo propongo. Finora ho avuto la fortuna di avere buone esperienze su entrambi i fronti.

Ci sono stati momenti difficili durante il tuo percorso?

Certo che si! Penso che i momenti difficili siano inevitabili in qualsiasi attività; quello che posso dire è che, col senno di poi, molte delle difficoltà che ho incontrato mi hanno dato la possibilità di scoprire nuove risorse ed energie che sinceramente non pensavo di avere.

wooden jewelry

Cosa faresti in maniera differente?

Ho sempre cercato di mettere la massima cura e passione in quello che ho fatto e quindi non c’è niente in particolare che rifarei diversamente. Ovviamente a posteriori alcune scelte si sono rivelate meno felici di altre, ma questo fa parte del processo di apprendimento e purtroppo molto spesso non c’è modo di sapere in anticipo cosa sia giusto fare. Credo comunque che la cosa più importante sia cercare di essere onesti con se stessi ed essere pronti a riconoscere i propri errori. 

Hai un sogno nel cassetto o un progetto che vorresti realizzare?

Al momento ho moltissime idee in mente e spero solo di avere abbastanza tempo ed energie per cercare di realizzarle tutte! In particolare mi piacerebbe molto estendere le mie conoscenze a nuove tecniche e materiali, con una particolare attenzione all’artigianato tradizionale della mia terra (la Serbia) che ho iniziato a studiare negli ultimi mesi.

Grazie per l’intervista Natalija, ci hai mostrato che è possibile far nascere un prodotto degno con un’anima bella, partendo dal recupero di materiale di scarto.

Se vi piace il design dalle linee essenziali e uniche di questi gioielli, potete scoprire altri modelli visitando il sito Etsy www.studionat.etsy.com.

Lasciatevi ispirare dalla galleria fotografica